Apparecchi acustici e loro accessori: dispositivi medici detraibili ecco quali sono i requisiti da rispettare

Sono detraibili nel Modello 730 le spese per l’acquisto di dispositivi medici, come apparecchi acustici e loro accessori come pile accessori e riparazioni.

Per l’acquisto di dispositivi medici (come occhiali da vista, termometri, apparecchi acustici, ecc.), il Ministero delle Finanze riconosce una detrazione IRPEF del 19% sulla spesa sostenuta (oltre la franchigia di 129,11 euro).

detraibili apparecchi acustici pile e riparazioni

Detrazione dispositivi medici: le condizioni di pagamento

A decorrere dal 2020 il legislatore ha previsto che la detrazione per le spese sanitarie e mediche spetti a condizione che il pagamento sia avvenuto con strumenti tacciabili (vedi bonifico, carta di credito, ecc.). Alcune categorie di prodotti sanitari si sottraggono però a questa disposizione come (quindi la detrazione è ammessa anche se il pagamento è in contanti):

  • l’acquisto di farmaci (anche omeopatici)
  • le spese per l’acquisto di dispositivi medici
  • le prestazioni sanitarie erogate da strutture pubbliche o strutture private convenzionate con il SSN (servizio sanitario nazionale).

Nel Modello 730/2021 (anno d’imposta 2020), dunque, è possibile detrarre le spese sostenute nel 2020 per l’acquisto di dispositivi medici e ciò sia se il pagamento risulta eseguito in contanti sia se con strumenti tracciabili.

Dispositivi medici detraibili: serve lo scontrino o la fattura

Per fruire della detrazione dei dispositivi medici è necessario che dalla certificazione fiscale (scontrino fiscale o fattura) risulti chiaramente la descrizione del prodotto acquistato e il soggetto che sostiene la spesa. Non possono essere considerati validi i documenti (scontrino fiscale o fattura) che riportino semplicemente l’indicazione “dispositivo medico”.

La dicitura della marcatura CE del veditore salva la detrazione del dispositivo medico

Come riportato nella Circolare n. 19/E del 2020, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che non essendo gli apparecchi acustici inseriti nel Sistema Tessera Sanitaria è fondamentale che nella fattura o scontrino sia riportata anche la marcatura CE o la conformità alle direttive europee. https://9951b9f7bca7a77b84cf9344a0be6622.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-38/html/container.html
E’ quindi necessario che:

  • per i dispositivi medici compresi nell’elenco allegato alla Circolare n. 20/E del 2011 è necessario conservare (per ciascuna tipologia di prodotto) la documentazione dalla quale risulti che il prodotto acquistato ha la marcatura CE;
  • per i dispositivi medici non compresi in tale elenco, invece, occorre che il dispositivo stesso riporti, oltre alla marcatura CE, anche la conformità alle direttive europee 93/42/CEE, 90/385/CEE e 98/79/CE e successive modifiche e integrazioni.

I prodotti che danno diritto alla detrazione, sono integrati con le indicazioni da riportati sullo scontrino/fattura con la dicitura “prodotto con marcatura CE” e relativo codice, per i dispositivi diversi da quelli di uso comune, elencati in allegato alla Circolare 13 maggio 2011, n. 20/E, il numero della direttiva comunitaria di riferimento.

About the Author :

This website uses cookies to give you the most relevant experience by remembering your preferences and repeat visits. By clicking “Accept”, you consent to the use of all the cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.
WhatsApp chat

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH